Normativa Bed and Breakfast /Affittacamere/Casa Vacanze

in Puglia

Logo AIBBA&AgICAV

www.aibba.it

a cura di Stefano Calandra ©*

* Presidente (1999-2010) e fondatore di ANBBA - Associazione Nazionale Bed & Breakfast Affittacamere,  di AICAV - Associazione Italiana Case Vacanza (Fondatore e Consigliere nazionale 2005-2011), di ABBAV - Associazione B&B del Veneto (fondatore e presidente 2003-2010); Fondatore (2011) e titolare di ANBBA AICAV - Agenzie Nazionali riunite dei Bed & Breakfast, Affittacamere e Case Vacanza.


Alcuni aspetti legislativi

Chi intenda aprire un B&B/Affittacamere/Casa Vacanze in Puglia potrà scegliere uno dei seguenti 4 casi e poi eventualmente verificare la fattibilità economica mediante il Business Plan che offro ai miei abbonati (si veda sotto). Vedete qui la normativa regionale.

  1. Gestione di Appartamento Turistico senza Partita IVA solo per periodi limitati (1-2 mesi al massimo): in Puglia è possibile con appartamenti < di 3. Si potrà in tal caso affittare l'unità abitativa nel suo complesso agli ospiti e NON per stanze; non è richiesta alcuna autorizzazione regionale ed obbligatoriamente senza alcun tipo di servizio aggiuntivo, come ad es. biancheria e/o pulizie; in questo caso è pure sempre discutibile da parte dell'Agenzia delle Entrate l'ammissibilità della presenza su siti web di appartamenti affittati in questo modo, possibilità concessa invece sempre nei casi 2,3 e 4. Tuttavia questa forma è possibile, in deroga alla normale gestione con P. IVA (v. punto 2), in alcuni Comuni soltanto previa comunicazione in carta sempice al Comune di appartenenza per segnalare l'inizio attività.
  2. Licenza di Casa Vacanze con Partita IVA per periodi stagionali e/o annuali (in Puglia è possibile soltanto aprendo P. IVA) per uno o più appartamenti, con DIA comunale presso l'ufficio SUAP del Comune: potrà in tal caso affittare l'unità abitativa nel suo complesso agli ospiti e NON per stanze;
  3. Affittacamere (senza obbligo di residenza), max 6 camere, in un massimo di due appartamenti ammobiliati, almeno due bagni se il n. di camere per gli Ospiti è superiore a 1, solo con P. IVA: apribile con DIA comunale presso l'ufficio SUAP del Comune;
  4. Bed & Breakfast (con obbligo di "Stabile dimora" da parte del titolare di attività senza partita Iva, con obbligo di "domicilio in loco" del titolare di attività con partita Iva). L. R. 27/2013. Se l'attività è occasionale, si può svolgere con max 9 letti in 3 camere in base alle metrature per camera previste dalla legge regionale, si svolge con l'aiuto del solo titolare e di una collaboratrice/tore domestica/o, senza P. IVA alle condizioni poste dall'Agenzia delle Entrate (vedi QUI). Se l'attività è imprenditoriale (con P. IVA), si può svolgere in massimo due unità abitative con max 18 letti in 6 camere in base alle metrature per camera previste dalla legge regionale. In entrambe le tipologie il servizio bagno deve essere autonomo rispetto alle esigenze della famiglia ospitante e comunque deve essere garantita la disponibilità di almeno un bagno ogni due camere. L'apertura del B&B si ottiene dal giorno stesso della presenazione di una SCIA comunale presso l'ufficio SUAP del Comune; Il B&B si può esercitare anche in altro stabile (max 2 nei B&B imprenditoriali) nel Comune in cui è svolta l'attività purché l'unità abitativa sia ubicata a non più di 100 metri di distanza dall'abitazione principale”. Se società, i requisiti soggettivi (domicilio) devono essere soddisfatti da almeno 1 dei soci (art. 49 l.r.10/2007)

E' possibile naturalmente prendere in gestione appartamenti di terzi proprietari e gestirli con contratti di affitto a norma di legge, per poi guadagnare sulla differenza di prezzo praticata al Turista. Maggiori informazioni ed assistenza per un anno di abbonamento sono disponibili agli abbonati con quota "Completa".

Maggiori info e più approfondite sono già disponibili su abbonamento. Naturalmente lei verrà seguito, una volta abbonato, su ciascuna di queste scelte e Le verranno forniti su richiesta sia documentazione di approfondimento che consulenza sul procedere dello start-up dell'attività

I requisiti minimi di gestione di ogni tipologia di struttura sono reperibili nei vari allegati della legge, sui quali potremo intrattenerci una volta scelta la tipologia ricettiva e previo Suo abbonamento all'agenzia.

Normalmente i documenti da allegare in una Segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA) si ragggruppano in una "dichiarazione di conformità" rilasciata da tecnico abilitato sui requisiti tecnici, urbanistici e di sicurezza (AIBBA la fornisce in tempi brevi e costi molto contenuti ai propri abbonati, vedi qui approfondimento) oppure, a seconda del Comune cui Lei si rivolge, alcuni adempimenti certificabili da un tecnico (es: sicurezza impianti, abitabilità) possono essere richiesti sotto forma di dich. sostitutiva del dichiarante. Il consiglio che do è sempre quello di evitare problemi futuri, EVITANDO le autocertificazioni, se presenti come opzione sul modello di richiesta inizio attività, per evitare di effettuare dichiarazioni anche inconsciamente false che poi si tramuterebbero successivamente in pesanti multe.  

Naturalmente Lei verrà seguito, una volta abbonato, su ciascuna di queste scelte e Le verranno forniti su richiesta sia documentazione di approfondimento che consulenza sul procedere dello start-up dell'attività.

Per l'apertura di un'attività di B&B/Affittacamere/Casa Vacanze/Country House posso anche indirizzarLa ad una guida "Primi Passi" molto utile per avere sempre sotto'occhio l'intero schema degli adempimenti per aprire e gestire l'attività, che può trovare cliccando QUI. 

Le ricordo i passi da seguire nel Suo caso (clicchi sui relativi links) prima di aprire l'attività:

  1. Abbonarsi con quota COMPLETA  o BASE, vedi.

  2. Fare il Business Plan "Costi e Ricavi" ad € 75,00 +iva (facoltativo)

  3. Effettuare la verifica di idoneità dei locali ad € 40,00 + iva

  4. Effettuare la certificazione di conformità ad € 200,00 +iva che deve accompagnare la SCIA (Segnalazione Certificata  Inizio Attività).

  5. Stipulare idonea assicurazione RC a tutela dei danni a terzi ospiti ad € 75,00 per la Casa Vacanze oppure ad € 40 per l'Affittacamere

  6. Fare Promozione e Marketing per la Sua struttura per essere sempre al top level per visibilità al minimo costo possibile

Tutti i servizi suddetti son forniti dalla mia agenzia e sono tutti facoltativi, tranne l'abbonamento di cui al punto 1. Durante l'anno di abbonamento Le verranno mandati pro-memoria e approfondimenti su ogni aspetto gestionale e un consulente telefonico sarà sempre disponibile.

Qualora interessato/a ad abbonarsi mi faccia sapere a quali voci di quelle elencate è interessato/a. Di seguito a questa email Le invio un proforma di bonifico, cui seguirà fattura e l'attivazione del servizio entro 48 ore dal versamento.

Rimango a disposizione per ulteriori informazioni.

by Stefano Calandra (chi è? guarda qui)