Logo Benvenuti in AgICAV&AIBBA
Le Agenzie professionali nazionali di consulenza, formazione e marketing
per il Bed and Breakfast, la Casa Vacanze e l'Affittacamere in Italia
Logo
 
 
 
Legge Friuli| AIBBA

Legge Regionale Turismo Friuli-Venezia Giulia

Logo AIBBA

L.R. 2/2002 "Disciplina Organica del Turismo" - Disciplina delle strutture ricettive turistiche nella regione Friuli- Venezia Giulia.


Vedi qui (Clicca QUI) testo LR  2/2002

Vedi QUI (Clicca QUI) testo del Regolamento Attuativo (Tabelle B/bis, C e F)

Nota di commento: in particolare si vedano i seguenti articoli, strettamente afferenti le attività di Bed and Breakfast, Affittacamere e Case Vacanza:

  • Art. 83: Licenza di Unità abitative ammobiliate a uso turistico - Locazioni pure ex codice civile senza biancheria nè pulizie, non necessita di SCIA comunale presso l'ufficio SUAP del Comune: potrà in tal caso affittare l'unità abitativa nel suo complesso agli ospiti e NON per stanze;

  • Art. 83: Licenza di Casa Vacanze con ed anche senza Partita IVA (in Friuli è possibile in entrambe le modalità, ma con P. IVA obbligatoria con n. di appartamenti > a 2) con SCIA comunale presso l'ufficio SUAP del Comune: potrà in tal caso affittare l'unità abitativa nel suo complesso agli ospiti e NON per stanze;

  • art. 77: Affittacamere (senza obbligo di residenza), max 6 camere e 15 letti, in un massimo di due appartamenti ammobiliati, con pulizia quotidiana locali, numero di bagni in ragione di almeno 1 ogni 6 posti letto inclusi i titolari ivi abitanti, con/senza P. IVA: apribile con SCIA comunale presso l'ufficio SUAP del Comune; 

  • art. 81: Bed & Breakfast (con obbligo di residenza), max 8 letti in 4 camere, 3 categorie di classifica (allegato B/bis) senza/con P. IVA con SCIA comunale presso l'ufficio SUAP del Comune.

  • Art. 88 - Ai fini dell'esercizio dell'attività di impresa ricettiva (con P. IVA ndr) e per le finalità di tutela del consumatore, il titolare o il legale rappresentante ovvero, in alternativa, la persona specificatamente preposta all'attività di impresa ricettiva, devono essere in possesso dei  requisiti professionali previsti da questo articolo (vedi art. 88).

  • In deroga alla legge regionale 22 aprile 2002, n. 12 (Disciplina organica dell'artigianato), la messa a disposizione, all'interno di strutture ricettive, di saune, bagni turchi e vasche con idromassaggio, a beneficio dei clienti e con funzione meramente accessoria e complementare rispetto all'attività principale della struttura ricettiva, non è subordinata alla presenza di soggetti in possesso della qualificazione professionale di estetista e non è soggetta al rilascio di autonoma autorizzazione comunale. Resta fermo l'obbligo, in capo al titolare o gestore della struttura ricettiva, di fornire al cliente le necessarie informazioni sulle modalità di corretta fruizione delle predette attrezzature, sulle controindicazioni e precauzioni da adottare, anche attraverso l'esposizione di cartelli nei locali dove è prestato il servizio e la presenza di personale addetto che eserciti la vigilanza. Non è altresì soggetta ad autonoma autorizzazione comunale l'apertura e la messa a disposizione ai clienti di aree dotate di attrezzature ginnico-sportive ubicate all'interno di strutture ricettive.

Le leggi contenute in questa sezione hanno valore informativo e non legale. 

Fonte: AIBBA - Agenzia Italiana Bed & Breakfast e Affittacamere.

Torna alla home www.aibba.it  logo aibba

 
 
Italiano  Inglese
UTILITA'
 
Logo AIBBA 

Email: info@aibba.it
Tel. +39 041 731429
h. 9.30-13.00 lun-ven